Ufficio Stampa - Notizie dalle province

In evidenza
PALERMO \ Villa Sofia - Cervello
09/03/2017 - 12:00

Giornata mondiale del rene. Domenica 12 marzo a Palermo screening patologie renali per i migranti

 Uno screening sulle patologie renali dedicato ai migranti. E’ l’iniziativa promossa quest’anno in Sicilia dalla Federazione italiana del rene (sezione siciliana) in occasione della Giornata mondiale del rene, giunta all’undicesima edizione, che si celebra oggi 9 marzo su input dalla Società internazionale di nefrologia. A Palermo lo screening è in programma domenica 12 marzo. Nei locali attigui alla Chiesa di San Nicolò di Bari all’Albergheria, a partire dalla mattina e fino al pomeriggio, sarà allestito un piccolo ambulatorio attrezzato dove sarà possibile per i migranti effettuare visite ed esami per controllare la funzione renale. E’ stata già coinvolta la Comunità Ghanese Cattolica che sarà il primo gruppo a sottoporsi allo screening.  L’iniziativa, sostenuta dal Centro regionale trapianti con il Direttore Bruna Piazza e dall’Assessorato regionale alla sanità, è promossa dai medici nefrologi Angelo Ferrantelli, responsabile dell’Unità operativa di nefrologia dell’Ospedale Cervello, e Costantino Bartoli e dal dr. Francesco Bongiorno, responsabile della “Health and immigration advisor” presso l’Assessorato regionale alla sanità. Hanno aderito allo screening in veste di volontari diversi medici nefrologi cittadini.  “La campagna di prevenzione di quest’anno – sottolineano i promotori – è orientata  verso la fascia di popolazione meno abbiente ed in particolare verso i migranti, per ragioni non solo umanitarie, ma anche scientifiche e sociosanitarie. Il basso reddito e la provenienza da alcune aree dell’Africa o dell’Asia costituiscono, infatti, fattori di rischio riguardo la patologia renale. Tale patologia, se misconosciuta e quindi non curata, può progredire sino alla necessità di fare ricorso alla dialisi, che è notoriamente una terapia invalidante per il paziente oltre che costosa per la comunità. Prevenire la malattia renale in quella parte di popolazione che presenta i maggiori tassi di rischio risponde in primo luogo a un principio civico e morale,ma al tempo stesso reca un vantaggio economico alla collettività in termini di spesa sanitaria”.

In occasione della Giornata mondiale del rene altre iniziative sono in programma oggi in molte città siciliane con possibilità di effettuare visite nefrologiche, a Messina (in piazza Cairoli), ad Agrigento (in via della Vittoria) ed a Catania (progetto porte aperte presso l’Ospedale Cannizzaro Unità operativa di Nefrologia). 

A cura dell'Ufficio Stampa - Villa Sofia - Cervello
Affina la ricerca
Fonte
Da
A