Assunzioni e obiettivi, vertici 'Cannizzaro' incontrano i sindacati: "Ecco i programmi"

La Direzione dell’Azienda ospedaliera per l’Emergenza “Cannizzaro” di Catania ha avviato il confronto con i sindacati e le riunioni con il personale più direttamente coinvolto nel raggiungimento degli obiettivi assegnati dall’Assessorato Regionale.

Un primo incontro con i rappresentanti di tutte le organizzazioni sindacali, prima della dirigenza medica e poi del comparto, propedeutico agli incontri di delegazione trattante, è stato occasione per il dott. Salvatore Giuffrida, direttore generale, di presentare il resto della Direzione Strategica: la dott.ssa Diana Cinà, direttore sanitario, e il dott. Giuseppe Modica de Mohac, direttore amministrativo. Ma, soprattutto, è stato occasione per ascoltare le osservazioni dei rappresentanti sindacali, che hanno riguardato soprattutto i temi della dotazione organica, delle assunzioni di personale sanitario (medico, infermieristico e tecnico), dell’organizzazione del lavoro e della formazione.

A tal proposito, il dott. Giuffrida, nel riferire delle ultime assunzioni fatte e di quelle prossime, ha chiesto alle organizzazioni sindacali di fare fronte comune: «Siamo disponibili e pronti anche a rivedere la distribuzione delle unità di personale previste, per meglio rispondere alle esigenze delle singole unità operative, nel superiore interesse della qualità dell’assistenza», ha detto il direttore generale, aggiornando le proposte alla riunione di delegazione trattante.

Nella stessa giornata, Giuffrida, con Cinà e Modica, ha incontrato i direttori di Unità Operativa, dirigenti amministrativi, medici di Direzione Sanitaria e collaboratori di staff, al fine di coordinare il lavoro necessario al raggiungimento degli obiettivi generali, di salute e di funzionamento assegnati dall’Assessorato Regionale. Si tratta di performance da conseguire negli ambiti, tra l’altro, di scrrening, liste d’attesa, sovraffollamento in Pronto Soccorso, donazione organi, fascicolo sanitario elettronico, nonché di standard in materia di equilibrio di bilancio, anticorruzione e trasparenza, contenimento della spesa e di altri obiettivi di natura amministrativa, rispetto ai quali è stato avviato un percorso condiviso tra le unità operative e i servizi coinvolti.