Best seller italiano: "l'eta' dello tsunami" di Alberto Pellai (VIDEO)

Giovedì, 27 Giugno 2019

Una casa a tre piani come modello di sviluppo e di integrazione efficace della maturazione del cervello e chiave per avviare strategie di prevenzione del disagio psicologico e delle nuove emergenze legate allo sviluppo evolutivo in preadolescenza e adolescenza come bullismo e cyber bullismo.

L'autore del best seller italiano "L'età dello tsunami" Alberto Pellai, in questi giorni al cefpas per il corso "bullismo e cyberbullismo: prevenire comportamenti a rischio in adolescenza" non ha dubbi: le neuroscienze e il modello dell'intelligenza emotiva di daniel goleman sono un supporto imprescindibile per applicare strategie elettive in grado di generare l'integrazione neurocognitiva ed emozionale e l'evoluzione adattiva.

Il modello che propone la rappresentazione della maturazione del cervello come una casa a tre piani in cui al piano terra persiste il cervello primitivo che controlla i meccanismi di sopravvivenza, al secondo piano prevale l'azione del cervello emotivo legato all'eccitazione, all'assunzione di rischio, al piacere e alla ricerca di sensazioni e al terzo piano prevale il cervello cognitivo ovvero il sapere essere, è in grado di indirizzare le azioni di prevenzione verso l'allenamento e l'integrazione di quei centri neuronali prediposti al funzionamento cognitivo (QI) e al funzionamento emozionale (Quoziente emotivo) mediante l'autoregolazione emotiva e le life skills ovvero l'educazione emotiva, materia che auspicabile sia inserita anche negli attuali curricula scolastici.

I meccanismi di autoregolazione emotiva sono importantissimi per garantire potenti meccanismi di integrazione e maturazione generativa nei ragazzi ma la "sovrastimolazione" di cui parla Umberto Galimberti ha creato un rumore di fondo e ha lasciato i ragazzi dentro una condizione di "ricerca di sensazioni" senza stimolarli a mettersi in gioco in modo evolutivo.

"La sfida in termini evolutivi - dice Pellai - è permettere al nostro cervello di avere un funzionamento integrato ovvero la capacità del cervello di connettere zone diverse fra loro e promuovere integrazione emotivo cognitiva o verticale. Il modello dell'educazione basata sulle life skills, come ad esempio il circle time servono proprio a questo, a ricreare un luogo fisico e mentale dove si attivano processi evolutivi che adesso sembrano un pò rallentati".

Come si fa a costruire la migliore casa possibile? Fino ai 15-16 anni, periodo in cui avviene il "pruning" ovvero la potatura neuronale che mantiene le reti attivate nel corso dell'esperienza di vita, in una prospettiva neurobiologica, "due sono le strategie efficaci - conclude Pellai - la relazione umana, diretta, fisica in grado di attivare stimoli e risposte adeguate, autoregolate e sincronizzate a livello neurologico e l'esperienza sfidante del reale".