Cittadella della Salute Trapani, al via progetto di trasformazione e riqualificazione

La messa in sicurezza del parco, la manutenzione delle aree verdi, l’illuminazione di viali ed edifici, sono alcuni degli interventi realizzati nel complesso della Cittadella della Salute, a Trapani.

I lavori si inseriscono in un più ampio programma di ripristino e abbellimento dell’intero complesso architettonico, che comprende al suo interno 23 edifici, che sarà definitivamente completato entro il 2021. Il progetto  prevede la totale trasformazione della Cittadella quale polo di riferimento per attività sanitarie, sociali e culturali, in coerenza con  l’interesse storico culturale riconosciuto dall’assessorato dei Beni Culturali della Regione siciliana. 

La riqualificazione della Cittadella è uno fra gli obiettivi prioritari di questa azienda  - ha detto il direttore generale dell’Asp di Trapani, Fabio Damiani  E’ un impegno che abbiamo sentito di assumere nell’ottica del rilancio generale e del miglioramento della performance di tutte le strutture per affinare la ricerca e la qualità dell’assistenza ai cittadini, la sicurezza di pazienti e operatori, l’ottimizzazione dell’intera rete dei servizi territoriali”.

In particolare, è in fase di ultimazione la ristrutturazione complessiva della segnaletica per facilitare l’orientamento all’interno dei percorsi relativi ai servizi per gli utenti, è in corso il ripristino della sbarra d’uscita lato via Cesarò. E’ in fase di definizione un servizio di raccolta differenziata che prevede il posizionamento di 30 kit completi nei singoli edifici, e la realizzazione di otto micro isole ecologiche dotate di appositi contenitori.

Al fine di scongiurare i rischi di incendio, l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani ha affidato il servizio di vigilanza estiva a cinque associazioni di volontariato presenti dalle 18,00 alle 8 del giorno seguente, mentre alla manutenzione delle aree verdi interne alla Cittadella provvede la cooperativa sociale Reciclo dal lunedì al venerdì con un servizio svolto da un operatore e cinque pazienti del dipartimento di Salute mentale aziendale che partecipano ad un progetto di reinserimento lavorativo. 

Tra gli obiettivi da realizzare a breve e medio termine vi è la creazione di un parcheggio a pagamento, la costruzione di ampi recinti con un regolare servizio di gestione e guardiania destinati ai cani randagi che attualmente circolano nei viali della struttura.