Inaugurata la nuova Terapia intensiva dell’Ospedale “Maria SS.ma Addolorata” di Biancavilla

Con l'arrivo a sorpresa dell'assessore alla salute della Regione, Ruggero Razza, un giorno prima del previsto si è inaugurata la nuova Terapia intensiva dell’Ospedale “Maria SS.ma Addolorata”

«Ho un’abitudine di essere presente nelle strutture sanitarie quando non mi si aspetta - dice razza - . È il modo migliore di essere vicino al personale, di solito sempre stressato in momenti di impegni  per l’apertura di un nuovo reparto. Biancavilla è una realtà sanitaria importante, come lo sono Paternò e Bronte. Il mio compito di assessore regionale è quello di fare arrivare a questo livello di qualità tutto il territorio siciliano perché ha professionisti, competenze e qualità. Penso non sia un caso –conclude Razza – che la Svimez abbia detto che la Sicilia è l’unica grande regione del Mezzogiorno d’Italia che vede diminuire il numero di persone che lasciano la nostra terra per farsi curare altrove».

Sono stati presenti, per il taglio del nastro, il direttore generale dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza; il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, i rappresentanti locali delle Istituzioni; i sindaci del comprensorio; il direttore sanitario e il direttore amministrativo dell’Asp di Catania, dr. Antonino Rapisarda e dott. Giuseppe Di Bella; i direttori dei Dipartimenti aziendali; i primari e gli operatori dell’Ospedale.

La nuova struttura, diretta da Pietro Ciadamidaro, è dotata di 6 posti letto; di questi al momento ne saranno attivati 3, per raggiungere a breve la piena funzionalità e efficienza del reparto, a fronte delle nuove risorse professionali, medici e infermieri, la cui assunzione è già in programma. La Terapia intensiva di Biancavilla, dotata di una strumentazione moderna e tecnologicamente all’avanguardia, risponde a tutti i requisiti previsti per l’accreditamento istituzionale. Con la sua attivazione l’Ospedale sarà in grado di garantire prestazioni sanitarie più complesse, servizi ancora più sicuri e un’assistenza adeguata ai bisogni di salute espressi da un territorio più vasto di quello del Distretto.

Domenica, 10 Novembre 2019