Martedì 17 settembre la Giornata regionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita

Assessorato della salute

La Regione Siciliana aderisce alla Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita indetta dal Presidente del Consiglio dei Ministri, per il 17 settembre di ogni anno, sulla scorta della risoluzione WHA 72.6 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

A tal fine, considerato che la sicurezza della terapia famacologica (“medication without harm”) rappresenta la 3° sfida mondiale per la sicurezza del paziente (3° global patient safety challenge dell’OMS) da intraprendere per l’anno 2019 l’assessore per la Salute ha programmato un seminario dedicato al tema della “Riconciliazione farmacologica” e alla prevenzione degli errori di terapia che possono verificarsi nella cosiddetta fase della “Transizione di cura” ovvero nei momenti in cui il paziente viene ricoverato, dimesso o trasferito tra reparti della stesso ospedale o ad altra struttura ospedaliera o extraospedaliera (territoriale).

Il seminario, che è rivolto ai principali attori coinvolti nei processi di cura, direttori sanitari delle aziende ospedaliere e territoriali, risk manager, farmacisti, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, infermieri e cittadini, ha l’obiettivo di promuovere l’implementazione della raccomandazione n. 17 del Ministero della Salute, sulla riconciliazione della terapia farmacologica, al fine di prevenire gli errori in terapia farmacologica e favorirne l’omogenea applicazione a livello ospedaliero e territoriale.

La giornate segnerà l’avvio di un percorso regionale che prevede entro la fine del 2019 lo svolgimento delle seguente azioni:

  • raccolta e analisi delle migliori pratiche poste in essere dalle aziende sanitarie;
  • elaborazione di un documento regionale;
  • apertura di una consultazione per la condivisione del documento regionale con i principali
  • attori coinvolti nei processi di cura;
  • diffusione e implementazione del predetto documento.

L’incontro, in programma nei  locali dell’Assessorato Regionale della Salute, prevede anche un collegamento in video conferenza con il Ministero della Salute, che contestualmente ospiterà l’evento nazionale.