Successo per le tappe siciliane del Truck Tour-Banca del Cuore: screening per oltre un migliaio di cittadini

La tappa di Catania, dopo quelle di Palermo e di Trapani, chiude l’impegno in Sicilia della Campagna itinerante del Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare Truck Tour Banca del Cuore 2019, un’iniziativa che dal 2015 a oggi sta riscuotendo uno straordinario successo in tutta Italia.

Sono oltre mille i siciliani che hanno aderito a questo screening cardiovascolare gratuito, ideato e diretto dal prof. Michele Gulizia, Direttore della Cardiologia  Osp. Garibaldi-Nesima, e realizzato attraverso la Fondazione per il Tuo cuore dei cardiologi ospedalieri ANMCO di cui è presidente, comprensivo di cartella clinica, di elettrocardiogramma e di analisi con valutazione del profilo lipidico, glucidico e uricemico, che ha visto protagonisti il 53%  di uomini e il 47% di donne, di età media 56 e 53 anni rispettivamente. Un impegno traducibile in oltre 270 mila euro risparmiati dalla Sanità siciliana se avesse dovuto rimborsare tutti gli esami eseguiti gratuitamente durante questo screening.

Numerosi sono stati i casi di fibrillazione atriale misconosciuta riscontrata in questi cittadini e soprattutto si conferma il dato, coerente con quello nazionale, che anche i siciliani hanno mutato le proprie abitudini alimentari, abbandonando la tradizionale e salutare dieta mediterranea, risultandone un maggiore consumo di formaggi, di salumi, di dolci e di bevande zuccherate. Da questo la derivazione di livelli più elevati di colesterolemia totale (sopra i 200 mg/dl) nel 39 % della popolazione esaminata e, per i soggetti a più alto rischio cardio- e cerebrovascolare, anche dei valori di colesterolo LDL  (quello pericoloso che sporca le arterie), particolarmente per le donne, in misura quasi doppia rispetto agli uomini.

“È tutto questo - afferma il prof. Gulizia - lo abbiamo realizzato gratuitamente, con l’azione volontaristica di medici e infermieri siciliani, che ringrazio di cuore per l’ineguagliabile disponibilità e sacrificio personale a favore di una Sanità che si porta in strada per soddisfare il bisogno assistenziale del cittadino. Un particolare ringraziamento desidero esprimerlo anche nei confronti dell’Assessore Regionale alla Salute, Ruggero Razza, per la sensibilità e l’attiva partecipazione a questo importante Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare e per la lungimiranza e competenza nella gestione della Sanità regionale; al Direttore Generale dell’ARNAS Garibaldi, dott. Fabrizio De Nicola per avere accolto e fatto proprio questo impegno, dedicando incondizionatamente risorse umane per la tappa di Catania; al Sindaco di Catania dott. Salvo Pogliese e ai sindaci di Palermo e Trapani che hanno messo a disposizione le più belle piazze delle proprie città per accogliere al meglio il Truck della Banca del Cuore e i cittadini che vi si sono recati".

"Ma non finisce qui - continua Gulizia - perché si può fare molto di più. I cittadini devono comprendere a fondo il significato di una buona prevenzione cardiovascolare, che poi è comune a quella per prevenire il cancro, e la prossima iniziativa  riguarderà le prevenzione cardiovascolare nelle scuole, particolarmente quelle di grado superiore, ove risulta fondamentale la consapevolezza di questi giovani, prossimi adulti, alla prevenzione in un’età particolarmente esposta al rischio cardiovascolare e non solo”.

Lunedì, 4 Novembre 2019