Al Garibaldi-Centro di Catania riapre l’ambulatorio di Diagnosi e Cura dell’epilessia. Ricevimento il mercoledì  mattina presso gli ambulatori del presidio di Piazza S. m. di Gesù

Riapre, dopo qualche mese, l’ambulatorio dedicato alla diagnosi e alla cura dell’epilessia, una struttura fondamentale per un settore della neurologia di rilevante incidenza sul territorio.

L’epilessia è malattia neurologica cronica, invalidante, che colpisce tutte le fasce di età e che interessa l’uno per cento della popolazione, circa 500.000 cittadini italiani, con 25 000 nuovi casi ogni anno. Questa malattia può essere definita come una disfunzione intermittente dei sistema nervoso, causata con probabilità da una scarica improvvisa, eccessiva e disordinata di neuroni cerebrali. 

La responsabilità della struttura è affidata alla dott.ssa Mariangela Panebianco, dirigente neurologo in servizio presso l’U.O.C. di Neurologia dell’Arnas Garibaldi.

La cronicità delle crisi epilettiche – afferma la neurologa – è un fattore importante, che si aggiunge agli impressionanti dati statistici sull'epilessia. Una terapia ben riuscita dipende dall'esatta classificazione del tipo di crisi e della sindrome epilettica, seguita dalla selezione di un appropriato farmaco antiepilettico ad un giusto dosaggio. 

L’ambulatorio, fortemente voluto dal direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Fabrizio De Nicola, sarà subito a disposizione dei cittadini ogni mercoledì mattina presso gli ambulatori del presidio ospedaliero di Piazza Santa Maria di Gesù.

“L'epilessia – continua De Nicola – è un problema attuale e di grande rilevanza, tanto da essere riconosciuta nel nostro Paese addirittura come malattia sociale. 

Proprio da questa semplice riflessione nasce l’esigenza di un Centro specializzato nella diagnosi e cura della patologia epilettica anche nel nostro territorio. Si tratta di una struttura in grado di rispondere con professionalità e tempestività alle numerose richieste che giornalmente ci arrivano”.


Le informazioni, i dati e le notizie contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati sono di natura privata e come tali possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente ai destinatari indicati in epigrafe. La diffusione, distribuzione e/o la copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell’art. 616 c.p., sia ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di darcene immediata comunicazione anche inviando un messaggio di ritorno all'indirizzo e-mail del mittente. 

 

Martedì, 23 Marzo 2021