L'estate è la stagione del sole e del mare ma anche quella delle punture di insetti e meduse

Punture d'estate

Puntura d’ape

In caso di puntura di ape è importante agire tempestivamente.
Innanzitutto, dopo il contatto con l'insetto, è bene rimuovere nel più breve tempo possibile il pungiglione con un movimento dal basso verso l’alto.

In assenza di episodi allergici, se il soggetto accusa subito molto dolore dopo la puntura è utile applicare un cubetto di ghiaccio o immergere la zona colpita nell'acqua fredda.
Per alleviare bruciore, dolore e prurito, inoltre, è possibile ricorrere agli appositi stick dopo-puntura da applicare sulla parte dolorante.

Le persone che non hanno un'ipersensibilità nota alle punture di api, ma sviluppano entro pochi minuti orticaria, vertigini e difficoltà respiratorie, devono rivolgersi al proprio medico o chiamare il 118.
Nell'attesa dell'arrivo dei soccorsi, è bene che le persone allergiche punte dall'ape rimangano distese e, se incoscienti, messe in posizione laterale di sicurezza.